fbpx
[Il killer che ha sterminato una intera cucciolata] …

[Il killer che ha sterminato una intera cucciolata] …


[Il killer che ha sterminato una intera cucciolata]

Herpesvirus Canino, l’importanza di vaccinare.

L’Herpesvirus Canino di tipo I (CaHV-1) è un virus a doppio filamento di DNA appartenente alla famiglia Herpesviridae, sottofamiglia Alphaherpesvirinae. Esattamente come quelli che colpiscono l’uomo può persistere nei gangli nervosi e riattivarsi in corso di eventi stressanti, immunodepressione, stati patologici o trattamenti cortisonici.

Si tratta di un microrganismo particolarmente labile nell’ambiente e sensibile ai più comuni disinfettanti, ma piuttosto comune tra i cani.
Si trasmette per via oro-nasale, verticale (da madre a figlio) e per via venerea. L’infezione nell’adulto immunocompetente decorre spesso asintomatica o in sintomatologia respiratoria (tosse secca, scolo nasale, tonsillite, broncopolmonite con eventuale sovra-infezione batterica), congiuntivite e lesioni genitali.

Quando il virus colpisce le fattrici al primo parto diviene però altamente fatale: l’infezione in utero può causare riassorbimento, aborto o mummificazione fetale a seconda dello stadio della gestazione, ma i piccoli possono nascere senza segni clinici apparenti. La maggior parte delle infezioni avviene però al momento della nascita con il contatto madre-neonato che evolve rapidamente entro le prime due settimane in una vasculite necrotizzante e foci necrotici-emorragici in molti organi che porta a morte i cuccioli in 24-48h; i rari esemplari che sopravvivono sviluppano sintomi neurologici gravi spesso incompatibili con la vita.

Fortunatamente la letalità del virus si limita generalmente alla prima cucciolata, poiché la madre sviluppa in seguito una risposta anticorpale protettiva.

Esiste una vaccinazione nei confronti di Herpesvirus da eseguire poco dopo l’accoppiamento e da richiamare nel periodo che precede il parto.

Nel caso in esame il virus ha colpito una cagna American Staffordshire Terrier (Amstaff) portando rapidamente a morte l’intera cucciolata (11 cuccioli) a soli 10 giorni di vita. Il Veterinario durante l’esame autoptico ha evidenziato la presenza di numerosi focolai emorragici localizzati prevalentemente nel fegato e rene (foto in alto).

Gli organi sono stati sottoposti a esame istologico che ha evidenziato rari corpi inclusi intranucleari morfologicamente compatibili con inclusioni virali da Herpesvirus (prima foto in basso).

Sono stati eseguiti anche esami sierologici (IFAT) sul sangue della madre (seconda foto in basso) e di biologia molecolare (PCR) sugli organi dei cuccioli, che sono risultati entrambi positivi al virus.

Con Lorella Maniscalco , Andrew Fats, Lucia Facchetti




Source

© 2019-20 I-VET Analisi Cliniche Srl - P.IVA 03005430982 - Tutti i diritti sono riservati - Credits