ivet-giard-view

 

Test rapido per l’identificazione di Giardia in campioni fecali da cani e gatti

 

Giardia lablia o duodenalis è un protozoo flagellato intestinale che può causare disordini gastrointestinali in molti mammiferi. Il ciclo vitale prevede l’alternanza di due forme, una quiescente (cisti) e una vegetativa.

La forma vegetativa è costituita da trofozoiti a simmetria bilaterale con aspetto di piccola pera, lunga 10-20 µm e larga 5-10 µm. Sulla faccia ventrale si trovano quattro paia di flagelli e un disco ventrale e uno o due corpi mediani in forma di artiglio. I due nuclei sono privi di nucleoli e contornati da dischi adesivi simili a occhiali. Il disco ventrale aderisce alla mucosa intestinale dell’ospite, dalla quale assume il nutrimento.

Le cisti si possono rinvenire nel cibo e nell’acqua contaminati da materia fecale ma anche in torrenti e specchi d’acqua montani, da dove può essere assorbita per ingestione nell’organismo ospite, è costituita da cisti ovoidali, rigide, di circa (11-15 µm x 7-10 µm), dotate di 4 nuclei. Le cisti sono protette da una parete esterna spessa.

Una dieta molto ricca in carboidrati e disordini gastrointestinali sono fattori predisponenti alla giardiasi. Oltre che attraverso la ricerca degli antigeni nelle feci, la presenza del protozoo può essere rilevata mediante l’osservazione microscopica dei trofozoiti mobili nelle feci fresche che purtroppo rimangono vitali per poche decine di minuti. L’escrezione dei parassiti è spesso intermittente, per escludere la presenza di Giardia si consiglia di ripetere il test antigenico 3 volte su campioni prelevati nell’arco di 7-10 giorni.

Il Test ha valenza di screening. Pertanto si consiglia sempre di confermare la positività.

© 2017 I.VET srl - P.IVA 03005430982 - Tutti i diritti sono riservati - Credits